JEKPOT - The Knowledge Management Company

The Knowledge Management Company

NEWS

FORMAZIONE

KNOWLEDGE MANAGEMENT FORUM
Workshops formativi

Milano, 20 Febbraio - 29 Maggio 2018
ISCRIZIONI ENTRO 20 DICEMBRE 2017 (SCONTO 10%)
ISCRIZIONI ENTRO 26 GENNAIO 2018


NEWS


DESCRIZIONEINGRESSIAUDIENCEPARTNERAGENDALOCATIONISCRIZIONICONTATTI

  AGENDA  
     
 
 
     
  20 febbraio 2018  
     
  I FONDAMENTI DEL KNOWLEDGE MANAGEMENT
Gestire, comunicare, proteggere la conoscenza per aumentare la competitività nelle organizzazioni e la professionalità delle persone che vi lavorano

chaired by Esperto di knowledge management, docente, giornalista
 
   
9.00 - 9.15 Registrazione
 
     
9.15 - 12.15
(include 15 minuti di break)
Workshop sui seguenti temi
 
 

FONDAMENTI
- Ambiti di applicazione del KM
- Benefici
- Knowledge base
- Dato, informazione, conoscenza
- Tipi di conoscenza
- Ciclo della conoscenza
- Approcci: culturale, organizzativo, tecnologico

KNOWLEDGE MANAGEMENT
Definizione
Valore della conoscenza
Misurazione della conoscenza

GESTIRE, COMUNICARE, PROTEGGERE LA CONOSCENZA ORGANIZZATIVA
Il modello Km Tracks
Successi e insuccessi

 
     
12.15 - 13.00 Domande, Test di apprendimento, Closing & Greetings
 
     
     
     
  20 febbraio 2018  
     
  LE COMUNITA' DI PRATICA
Come condividere la conoscenza organizzativa utilizzando lo strumento delle "comunità di pratica"

chaired by Esperto di knowledge management e comunità di pratica, docente universitario
 
   
14.00 - 14.15 Introduzione
 
     
14.15 - 17.15
(include 15 minuti di break)
Workshop sui seguenti temi
 
 

LE COMUNITA' DI PRATICA
- Che cosa sono e perchè sono importanti per le organizzazioni (WHAT & WHY)
- Chi sono e come funzionano le figure chiave (WHO & HOW)
- Realizzare una CoP in azienda (coltivare, non amministrare):
a) pianificare, avviare, alimentare la CoP
b) mantenere viva e incoraggiare la CoP

ESEMPI
- Descrizione e funzionamento di alcune CoP

ESERCITAZIONI INDIVIDUALI E DI GRUPPO
- Progettazione di una CoP per gestire, comunicare e condividere la conoscenza organizzativa

 
     
17.15 - 18.00 Domande, Test di apprendimento, Closing & Greetings
 
     
     
     
  6 marzo 2018  
     
  CHANGE REACTIVITY
Come analizzare la reazione al cambiamento al fine di favorire i processi di innovazione

chaired by Esperto del tema, docente universitario e consulente
 
   
9.00 - 9.15 Registrazione
 
     
9.15 - 12.15
(include 15 minuti di break)
Workshop sui seguenti temi
 
 

LO SCHEMA DI REATTIVITA'
- Gli assi dello schema: la collocazione degli interlocutori in un diagramma di modalità reattive
- Le tipologie di reazione: analisi delle strategie attivabili per superare le problematiche evidenziate dal diagramma e facilitare l'evoluzione positiva al cambiamento
- Lo schema di reattività in ambiti organizzativi caratterizzati da sensibili pressioni innovative e metodologie rigide e sedimentate

IMPLEMENTAZIONE DI STRATEGIE
- Incentivazione dell'accordo
- Informazione, discussione, duttilità
- Sterilizzazione della reattività negativa:
a) Il trend negativo
b) la diversificazione dei comportamenti
c) Il ruolo della dirigenza

ESERCITAZIONI
Analisi collaborativa di case histories

 
     
12.15 - 13.00 Domande, Test di apprendimento, Closing & Greetings
 
     
     
     
  6 marzo 2018  
     
  ORGANIZZAZIONE AZIENDALE E SISTEMI COGNITIVI
Come impostare correttamente la struttura organizzativa, utilizzando i sistemi cognitivi per prendere decisioni

chaired by Esperto di sistemi cognitivi, docente universitario
 
   
14.00 - 14.15 Introduzione
 
     
14.15 - 17.15
(include 15 minuti di break)
Workshop sui seguenti temi
 
 

ORGANIZZAZIONE AZIENDALE
- Definizione
- La struttura organizzativa
- Disegnare una struttura organizzativa adeguata per gli obiettivi che si intendono perseguire

I SISTEMI COGNITIVI
- Definizione
- Come utilizzare i sistemi cognitivi per prendere decisioni

ESEMPI
- Descrizione e funzionamento di un sistema cognitivo

ESERCITAZIONI INDIVIDUALI E DI GRUPPO
- Progettazione di un sistema cognitivo per prendere decisioni

 
     
17.15 - 18.00 Domande, Test di apprendimento, Closing & Greetings
 
     
     
     
  27 marzo 2018  
     
  LA GESTIONE DEI PROCESSI
Analizzare e modellizzare i processi, valutando costi, rischi e benefici connessi con differenti scenari

chaired by Esperto del tema, docente e consulente
 
   
9.00 - 9.15 Registrazione
 
     
9.15 - 12.15
(include 15 minuti di break)
Workshop sui seguenti temi
 
 

PRIMA PARTE
- Definizione
- La modellizzazione dei processi
- Processi vs progetti
- Classificazione dei processi (esempio: assicurativi, bancari e altri):
a) analisi di processo, linea di risultato (es. riconciliazione titoli), prodotto / servizio (es. titoli Italia, Titoli Estero), Attività (es. controllo congruità Titoli Italia)
b) implementazione di processo
c) controllo di processo

SECONDA PARTE

- Perimetrare un processo (es. assicurativi, bancari e altri)
- L'utilizzo dei flow chart per la modellizzazione dell'"as-is" e del "to-be" nel desk
- Il SADT per la definizione delle attività del processo
- i KPI nei porocessi (es, assicurativi, bancari e altri)
- Organizzazione del lavoro sul processo: gestione delle risorse e meccanismi di delega


ESERCITAZIONE
Valutazione dei costi, dei rischi e dei benefici connessi con differenti scenari di disegno dei procdessi aziendali e delle soluzioni applicative di supporto, con analisi e modellizzazione di un processo

 
     
12.15 - 13.00 Domande, Test di apprendimento, Closing & Greetings
 
     
     
     
  27 marzo 2018  
     
  PROTEZIONE DEGLI ASSET E GESTIONE DELLA PRIVACY
Dalla knowledge security al Regolamento europeo per la protezione dei dati personali aziendali (GDPR 2017/679)

chaired by Esperto di privacy, diocente e consulente
 
   
14.00 - 14.15 Introduzione
 
     
14.15 - 17.15
(include 15 minuti di break)
Workshop sui seguenti temi
 
 

IL NUOVO REGOLAMENTO PRIVACY EUROPEO
- Concetti fondamentali, definizioni, ruoli, diritti e doveri introdotti dal GDPR 2016/679
- I requisiti per la corretta creazione di un asset aziendale composto da dati personali (adempimenti per la creazione di un database legittimo ovvero requisiti dell'informativa privacy, basi legali per il trattamento)
- La valorizzazione e lo sfruttamento dei dati personali: le best practice in ambito HR e marketing
- La protezione degli asset aziendali costituiti da dati personali: le best practice sull'implementazione di idonee misure di sicurezza alla luce del GDPR (ovvero accorgimenti e valutazioni da intraprendere in termini di misure tecniche ed organizzative da intraprendere alla luce del GDPR)

ESEMPI

ESERCITAZIONI INDIVIDUALI E DI GRUPPO

 
     
17.15 - 18.00 Domande, Test di apprendimento, Closing & Greetings
 
     
     
     
  24 aprile 2018  
     
  LA GESTIONE DEI PROGETTI
Come si imposta e si realizza un progetto di gestione, comunicazionee protezione della conoscenza organizzativa

chaired by Esperto del tema, docente e consulente
 
   
9.00 - 9.15 Registrazione
 
     
9.15 - 12.15
(include 15 minuti di break)
Workshop sui seguenti temi
 
 

INTRODUZIONE
- Concetti generali di project management

PRIMA PARTE
- Dalla soluzione al progetto

SECONDA PARTE
Mappa degli stakeholder in un progetto

TERZA PARTE
Mappa degli stakeholder in un progetto di welfare aziendale

QUARTA PARTE
Case study: gestire/comunicare/proteggere la conoscenza della società Alfa
- La definizione delle attività del progetto
- Creazione della WBS "conoscenza aziendale"
- Creazione della matrice RAM e allocazione delle risorse
- Creazione di reticolo logico e percorso critico

ESERCITAZIONI

 
     
12.15 - 13.00 Domande, Test di apprendimento, Closing & Greetings
 
     
     
     
  24 aprile 2018  
     
  IL MONITORAGGIO DEI PROGETTI
Come valutare l'andamento di un progetto in tema di gestione, comunicazione e protezione della conoscenza organizzativa

chaired by Esperto del tema, docente e consulente
 
   
14.00 - 14.15 Introduzione
 
     
14.15 - 17.15
(include 15 minuti di break)
Workshop sui seguenti temi
 
 

INTRODUZIONE
Indicatori in tema di "conoscenza organizzativa"

PRIMA PARTE
Knowledge ratios: fattori quantitativi
1.1) Benefit cost ratio (BCR): rapporto tra i costi e i benefici di un progetto/investimento. Esempi: BCR nei casi di assunzione e formazione di una persona.
1.2) Present Value (PV): valore attuale di un ritorno monetario futuro. Esempi: PV nel caso di selezione del personale in un anno.
1.3) Net Present Value (NPV): somma dei ritorni attualizzati di un investimento calcolati per ogni periodo contabile. Esempi: NPV nel caso di selezione del personale pluriennale.
1.4) Payback period (PP): tempo in cui ci si ripaga un investimento. Esempi: in quanto tempo ci si ripaga un investimento di adeguamento tecnologico

SECONDA PARTE
Knowledge ratios: fattori qualitativi
2.1) Stakeholder bias ossia il livello di soddisfazione di tutte le persone che possono essere dei portatori d’interesse per un nostro progetto/investimento-progetto. Esempi: livello di interesse e potere di PA, Enti paritetici, Sindacati e altre organizzazioni sulla contrattualistica in tema di lavoro.
2.2) Risk Analysis: analisi dei rischi economici e sociali. Esempi: la piramide di Maslow e le teorie motivazionali, ossia il rischio che il neoassunto non si senta sufficientemente motivato dalla nuova professione

 
     
17.15 - 18.00 Domande, Test di apprendimento, Closing & Greetings
 
     
     
     
  29 maggio 2018  
     
  LA COMUNICAZIONE VIDEO - PRIMA PARTE
Pre-produzione e produzione

chaired by Esperto del tema, giornalista e consulente
 
   
9.00 - 9.15 Registrazione
 
     
9.15 - 12.15
(include 15 minuti di break)
Workshop sui seguenti temi
 
 

PRE PRODUZIONE
- La comunicazione video
- Il video: campi, piani, sequenze
- Soggetto e sceneggiatura
- Preparazione

PRODUZIONE
- Lo strumento (smartphone, webcam, reflex digitale, videocamera professionale)
- Allestimento set
- Tecniche di ripresa

ESEMPI
Analisi di video amatoriali e professionali

ESERCITAZIONI
Come progettare un video

 
     
12.15 - 13.00 Domande, Test di apprendimento, Closing & Greetings
 
     
     
     
  29 maggio 2018  
     
  LA COMUNICAZIONE VIDEO - SECONDA PARTE
Post produzione

chaired by Esperto del tema, giornalista, docente e consulente
 
   
14.00 - 14.15 Introduzione
 
     
14.15 - 17.15
(include 15 minuti di break)
Workshop sui seguenti temi
 
 

POST PRODUZIONE
- Acquisizione file multimediali
- Montaggio file multimediali, con gestione video tramite programmi gratuiti (Ms Movie maker) e a pagamento (FinalCut) di filmati, immagini e testi
- Pubblicazione sul web (proprio sito e piattaforme dedicate come Facebook, Youtube, Linkedin, Vimeo)

ESEMPI
Video di youtuber e altri

ESERCITAZIONI
- Individuale: videocurriculum
- A gruppi: riprendere una tavola rotonda

 
     
17.15 - 18.00 Domande, Test di apprendimento, Closing & Greetings
 
     
     


- Chi & Dove siamo - Mappa del sito - Privacy & Contatti - JEKPOT - Who & Where

SERVIZI FORMAZIONE EVENTI MEDIA SERVIZI FORMAZIONE EVENTI MEDIA
Copyright © 2000 - 2018, JEKPOT SRL - All rights reserved
ISCRIZIONI AGENDA PARTNER AUDIENCE INGRESSI